1 aprile 2018

Habemus Tulipani Garante Regionale del Disabilità Puglia

Con 37 voti il Consiglio regionale ha eletto Giuseppe Tulipani Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità. Sette le schede bianche e un solo voto espresso per Giuseppina Di Cesare facente parte insieme a Davide Pignatale della terna dei nominativi individuata dalla terza Commissione consiliare.
Per la prima volta l’Assemblea regionale ha proceduto con l’elezione del Garante dei diritti delle persone con disabilità, figura istituita con la legge regionale n. 19 del 2006 di “Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini di Puglia”, a cui è affidata la protezione e la tutela non giurisdizionale dei diritti dei disabili residenti o temporaneamente presenti sul territorio regionale, al fine di assicurare la piena attuazione dei diritti e degli interessi individuali e collettivi delle persone con disabilità.
Le funzioni e i compiti attribuiti al Garante regionale sono individuati nell’ambito della legge e dell’apposito Regolamento attuativo.
Esso è tenuto a promuovere l’affermazione del pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona con disabilità, promuovendone la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società. Si occupa anche di garantire la piena accessibilità dei servizi e delle prestazioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle minorazioni, la tutela giuridica ed economica della persona con disabilità e la piena integrazione sociale. È chiamato anche a garantire la collaborazione con enti locali e istituzioni scolastiche per agevolare l’obbligo scolastico anche da parte degli alunni disabili che vivono in contesti sociali a rischio di esclusione.
Altro compito del Garante è di assicurare il sostegno tecnico e legale agli operatori dei servizi sociali, istituire un elenco regionale di tutori o curatori a cui possano attingere anche i giudici competenti e formulare proposte o pareri su atti normativi e di indirizzo che riguardino le disabilità, di competenza della Regione e degli enti locali.
Per lo svolgimento dei compiti l’Ufficio del garante stipula apposite convenzioni con soggetti pubblici e privati per lo svolgimento di specifiche attività e stabilisce accordi e intese con ordini professionali, associazioni di categoria nonché con organismi che si occupano di disabilità e non autosufficienza.

19 febbraio 2018

UN VESCOVO CON IL PROFUMO DEL POPOLO

#DonToninoBello è stato una figura eccezionale di pastore, che ha incarnato il rinnovamento auspicato dal Concilio Vaticano II e l'impegno per la pace a tutti i livelli. A più di vent'anni dalla sua morte, il suo messaggio è sempre attuale.
Alla fine della sua vita così ricordava don Tonino: "Quello che ho vissuto da parroco non lo potrò scordare. Stare in mezzo alla gente, chiamare i parrocchiani per nome, entrare nelle loro case in momenti di festa e di dolore, vivere con loro il gaudio esaltante della domenica, progettare con loro i momenti forti della vita parrocchiale, avere a che fare con i poveri con nome, cognome e codice fiscale, profumare di popolo... è stata l'esperienza che ho vissuto nella stagione più felice della mia vita". In realtà, questo stile pastorale caratterizzerà anche il suo episcopato nella Diocesi di Molfetta, uno stile che possiamo sintetizzare con una immagine di Chiesa a lui tanto cara: la Chiesa della Stola e del grembiule, cioè, una Chiesa calata nella realtà dell'oggi, attenta ai bisogni dei lontani e dei deboli, promotrice di valori e non di regolamenti, una Chiesa di servizio.
Il vescovo di taranto incontro lavoratori 
Una ricca personalità quella di don Tonino Bello, che non sfugge all'attenzione dei suoi superiori fin dagli anni giovanili: così egli si ritrova ben presto a Bologna, presso il seminario dell'Onarmo, per gli studi teologici. La tappa bolognese, che lo porta a vivere per cinque anni in una grande città industriale del Nord, a contatto con una realtà completamente diversa da quella della sua terra pugliese, nella città più laica d'Italia che, sotto la guida del cardinale Lercaro, era diventata in quel tempo un punto di riferimento per la cultura cattolica, diventa decisiva per la sua formazione. Già Vescovo ricordava quei tempi: "Un periodo bellissimo. Si vivevano già i segni del periodo preconciliare, e poi c'era la presenza straordinaria del cardinale Lercaro. Tutto ruotava attorno alla riscoperta della liturgia e dei suoi valori sociali".
Quando nel 1963, in occasione del Concilio Vaticano II, è chiamato ad accompagnare a Roma il proprio Vescovo in qualità di consigliere personale, ha l'opportunità di immergersi in quell'evento straordinario di novità, di conoscere meglio la Chiesa italiana, di respirare a pieni polmoni quell'aria di rinnovamento che soffiava con il Concilio, rinnovamento che egli cercò, in seguito, di vivere e concretizzare. Non sempre però fu capito nella sua rivoluzione evangelica: dal suo stesso presbiterio, dai suoi confratelli nell'episcopato che spesso lo tolleravano, a volte lo deridevano, e in alcune occasioni, lo umiliarono. Anche l'esperienza alla guida di Pax Christi diventa per don Tonino realtà segnata da tante incomprensioni provenienti da più parti... sono ferite dolorose per il Vescovo pugliese che lo amareggiano profondamente ma di fronte alle quali non indietreggia per amore del Vangelo, per la fedeltà a quel Signore che era diventato la sua unica ragione di vita.
Quando il male lo aggredisce in maniera violenta, impedendogli di continuare ad essere tra la gente, don Tonino sale in cattedra, la cattedra scomoda del dolore e dell'annientamento, ma carica di grazia: da qui egli continua ad incoraggiare tutti con l'invito alla speranza, alla gioia, con il rassicurare fiducioso.

17 gennaio 2018

NOSTRI CONSIGLIO REGIONALE DEL PUGLIA VOGLIO LA POLTRONA ROMA ADESSO QUESTE LEGGI RISPETTARE CON LETTORI SONO STATI ELETTI

L'ufficio di consigliere regionale è incompatibile con quello di membro di una delle Camere o di un altro Consiglio regionale, ovvero del Parlamento europeo.

I consiglieri regionali, prima di essere ammessi all'esercizio delle loro funzioni, prestano giuramento di essere fedeli alla Repubblica e di esercitare il loro ufficio al solo scopo del bene inseparabile dello Stato e della Regione Puglia.

Il Presidente della Regione la Giunta e gli assessori che la compongono sono organi esecutivi della Regione.
Senti direttore #TgNorba santa verità

12 agosto 2017

Giovinazzo: Manifestazione equestre di cavalli traini e carrozze dell’Associazione di Volontariato Angeli della Vita

Si svolgerà a Giovinazzo sabato 12 agosto 2017 la 5^ edizione della “MANIFESTAZIONE DI ESIBIZIONE EQUESTRE di CAVALLI, TRAINI e CARROZZE” organizzata dall’Associazione di Volontariato Angeli della Vita con la Federazione Provinciale di Bari CSAIN aderente al CONI e il Centro Studi Meridionali “Aldo Moro”.

L’iniziativa è organizzata nell’ambito del Programma dell’Estate Giovinazzese e gode del Patrocinio del Consiglio Regionale della Puglia e del Comune di Giovinazzo.
La Manifestazione ha in parte modificato la sua denominazione di Sfilata, rispetto alle altre edizioni, in quanto non si svolgerà attraverso un percorso itinerante per la città ma conterrà il suo svolgimento esclusivamente nell’ambito dell’Area Mercatale con la presenza di cavalli e attacchi di traini, carri e carrozze.
I partecipanti con attacchi, organizzati e coordinati dai titolari delle Scuderie Piero Lobuono e Aldo Grosso, percorreranno una fascia dell’Area Mercatale, accogliendo in forma di turnazione sui carri, dopo opportuna registrazione-prenotazione presso lo stand delle richieste giunte all’organizzazione, di persone diversamente abili, bambini e anziani, ai quali è dedicata la manifestazione. Tale possibilità e disposizione di attacchi all’accoglienza delle persone suddette sarà dalle ore 17,00 alle ore 18,30.
Successivamente si partirà con lo spettacolo equestre di cavalli di razza “Frisone”, condotti dai professionisti Michele Campione e Nicola Ladisa, con il supporto della ballerina Giada Fiore, che intratterranno gli spettatori in un’area appositamente allestita per l’occasione con sabbia.
 La Manifestazione si svolgerà quindi in una fascia oraria compresa dalle ore 17,00 e alle ore 20,30 mentre l’accoglienza dei carri, cavalli con loro mezzi di trasporto avrà luogo a partire dalle ore 15,00. L’accesso sarà possibile dalla zona adiacente alla Caserma dei Carabinieri e quella adiacente al Palazzetto dello Sport “Pansini” in Viale Aldo Moro a Giovinazzo.
L’Associazione Angeli della Vita ha disposto un servizio di accoglienza per i partecipanti con attacchi in collaborazione con l’Associazione AIOS di Protezione Civile di Carbonara. Oltre alla somministrazione di fieno, paglia, mangime per cavalli, acqua per cavalli e loro conduttori ed un banchetto di solidarietà, organizzato dai ragazzi disabili e volontari dell’Associazione Angeli della Vita, non vi saranno punti vendita di bibite.
La manifestazione sarà presentata da Annamaria Natalicchio che accoglierà il Sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, amministratori e il Presidente del CSAIN provinciale Domenico de Candia. I Carabinieri e Polizia Municipale di Giovinazzo vigileranno per l’ordine pubblico e la viabilità mentre l’Ufficio Veterinari della ASL/BA sovrintenderà ai controlli di rito.

3 marzo 2017

BONUS GAS 2017, LO SCONTO IN BOLLETTA PER FAMIGLIE BISOGNOSE come richiedere l'agevolazione, domanda al Caf, modulo su sito ministero e anci

Bonus Gas 2017 è un'agevolazione che va richiesta con modulo domanda, documenti e ISEE al Caf, come e quando fare richiesta scadenza, importi e requisiti

Il Bonus Gas 2017 è uno sconto o meglio una riduzione sulla bolletta riservata alle famiglie a basso reddito e numerose valido esclusivamente per il gas naturale distribuito a rete e quindi non per il gas in bombola o per il GPL. Il bonus gas insieme a quello della Luce ed energia Elettrica è stato introdotto dal Governo con il DM 28/12/2007 e reso operativo dall’Autorità per l’energia, con la collaborazione dei Comuni.

Bonus gas e luce 2017: aiuti alle famiglie

Il Bonus Gas 2017 e il Bonus Energia Elettrica 2017, sono due agevolazioni istituite dal Governo per venire incontro alle famiglie più bisognose, ciò significa che i cittadini aventi diritto a ricevere il bonus ottengono una riduzione, uno sconto direttamente sulle bollette del gas o della luce.

Tale bonus, è però riservato alle famiglie a basso reddito e numerose e vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete e non quindi, per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell’abitazione di residenza.

Per maggiori informazioni vedi anche bonus famiglie 2017 a basso reddito.

Bonus Gas ISEE e requisiti:

I requisiti bonus gas, che i cittadini devono possedere per fruire dell'agevolazione sono:

Essere un Cliente domestico titolare di una utenza Gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale
Avere un ISEE 2017 non superiore a 8.107,5 euro mentre per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) il limite di reddito non deve superare i 20.000 euro.
Bonus per famiglie: Per presentare la domanda di bonus gas o luce, gli utenti devono utilizzare il nuovo ISEE 2017, ma cosa fare se non si dispone ancora dell'attestazione?

Nuove domande di bonus: è obbligatorio richiedere la DSU, Dichiarazione Unica Sostitutiva presso gli uffici INPS o anche online utilizzando il nuovo servizio ISEE INPS 2017 che rilasciano la certificazione entro circa 10 giorni, per cui il cittadino per fare la domanda del bonus deve attendere la suddetta DSU.

Bonus in scadenza ma senza ISEE? il cittadino non può presentare la domanda di rinnovo bonus gas fino a quando non avrà l'attestazione. Infatti, la possibilità di presentare la sola ricevuta di consegna DSU rilasciata dal CAF o dal Comune o dall'INPS, anche se non è indicato il valore ISEE, e il Modulo Abis rinnovo bonus senza ISEE o il Modulo Rbis in caso di rinnovo semplificato, non è più in vigore.

Dove fare la richiesta del bonus gas?

Per richiedere il Bonus Gas 2017, i cittadini devono presentarsi presso il Comune di residenza o Caf con l’attestazione ISEE e l’apposita modulistica da compilare per la domanda.

Pertanto, tutti i clienti domestici titolari di un contratto di fornitura Gas residenziale, possono presentare la domanda di Bonus Gas mediante la compilazione degli appositi moduli da consegnare al proprio Comune di residenza o presso i Centri di Assistenza Fiscale CAF.

I moduli sono reperibili sia presso i Comuni, sia sui siti internet dell’Autorità per l’energia o del Ministero dello Sviluppo Economico o Anci.

12 giugno 2016

L'assessore Bianchi incontra delegazione dell'Assia

Il gruppo in Emilia-Romagna per visita studio al nostro sistema sociale e di integrazione della disabilità.
Una delegazione tedesca della Regione dell’Assia è a Bologna da ieri e fino al 29 maggio per una visita di studio al sistema sociale dell’Emilia-Romagna e soprattutto in tema di disabilità, nell'ambito del rapporto di partenariato che da oltre 23 anni lega la Regione Emilia-Romagna alla Regione tedesca dell'Assia.

Il gruppo, composto da una parte dei ‘deputati' dell'Assemblea dell'LWV (Landeswohlfahrtsverband) Hessen, ossia il Consorzio per l'assistenza sociale volontaria delle Province e delle Città extracircondariali dell'Assia, cui competono per legge, in ambito territoriale, le funzioni relative all'integrazione dei disabili e all'integrazione dei disabili nel mondo del lavoro, ha incontrato oggi in Regione l’assessore regionale al Lavoro e al Coordinamento delle Politiche europee allo Sviluppo, Patrizio Bianchi, e il direttore generale delle Politiche per la salute e welfare, Kyriakoula Petropulacos.

L’assessore Bianchi ha illustrato le politiche di inclusione sociale portate avanti dalla Regione, e in particolare la legge per l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità. I rappresentanti della delegazione tedesca si sono detti molto interessati al sistema dell’Emilia-Romagna, che continua ad essere un punto di riferimento anche per regioni europee avanzate come l’Assia.

La delegazione ieri aveva visitato il “Centro di Lavoro Protetto dell'Opera Dell'Immacolata- Onlus" di Bologna, mentre questa mattina a Ferrara ha visitato il “Centro di Riabilitazione San Giorgio” e la “Città del Ragazzo”.
Fonte:www.formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it

31 maggio 2016

Miss Abruzzo in visita al Parlamento Europeo

Bruxelles. Si è conclusa la visita al parlamento europeo della modella e Miss Abruzzo in carica Francesca Delle Monache, la 22enne di Pescara, laureanda in Giurisprudenza che ha colto di Miss Italia, Camillo Del Romano.


Hanno preso parte alla conferenza su ”Enogastronomia l’occasione per seguire l’organizzatore di eventi abruzzese, nonché collaboratore regionale” , toccando temi sul turismo ed eventi, organizzata all’interno del parlamento europeo dalla portavoce del M5S , l’europarlamentare abruzzese On. Daniela Aiuto, e nei vari dibattiti si è parlato anche di organizzazione di eventi culturali e moda legati al tema.

Era stato trasmesso evento in diretta streaming con canale web Micky2.0 unico pugliese.

Grande ovazione da parte dei partecipanti per le tre modelle abruzzesi al seguito, oltre alla Miss Abruzzo erano presenti Brenda Calibeo di Villamagna e Francesca Di Lello di Lanciano, per loro è stata una visita importante soprattutto per aver conosciuto da vicino i tanti sistemi e la funzionalità dell’organizzazione dell’Europarlamento .
Fonte:www.cityrumors.it